Lo scontro tra Agamennone e Achille

Crise, il sacerdote di Apollo, va nel campo degli Achei per chiedere la restituzione della figlia Criseide, catturata e resa schiava da Agamennone. Crise chiede aiuto al dio del Sole il quale, per vendicarsi, lancia delle frecce che colpiscono e uccidono gli Achei. Dopo qualche giorno Achille e i suoi compagni vanno dall’indovino Calcante, il quale gli dice che Apollo è arrabbiato perché Agamennone deve restituire Criseide al padre Crise. Agamennone accetta, però in cambio pretende la schiava di Achille. Agamennone risponde che Achille aveva già il suo dono e non poteva convincerlo a restituire il suo. Agamennone aggiunge che se gli Achei non gli daranno il dono che lui desidera, se lo prenderà da Ulisse, o da Aiace o da Achille. Achille infuriato risponde che lui non è andato lì per combattere contro i Troiani perché loro non gli hanno fatto nessun torto, ma perché vuole aiutare Menelao e invece di ringraziarlo lo minaccia di prendersi la sua schiava. Quindi Achille decide di ritornarsene in patria a Ftia. Agamennone ancora più arrabbiato gli dice che può andarsene perché non ha paura di lui e che ha molti altri che lo aiutano, ad esempio Zeus. Aggiunge poi che quando il dio del Sole gli porterà via Criseide, lui si prenderà la sua schiava Briseide e gli mostrerà che è più forte di lui.

 

Domande pag.88

1) Che cosa rimprovera Achille ad Agamennone?

R) Achille gli dice di essere un vigliacco.

2) In che modo Agamennone intende di mostrare ad Achille di essere il più potente tra gli Achei?

R) Prendendosi la sua schiava Briseide.

3) Con i doni di guerra si ricompensavano il coraggio e la forza dei soldati che cobattevano; Achille è davvero il guerriero più forte ma, secondo Agamennone, egli non ha diritto di vantarsi per questo motivo: perché?

R) Perché il dono di essere così forte gielo ha dato un dio.

4) Che cosa predice Achille ad Agamennone?

R) Gli predice che se lui se ne sarebbe andato Ettore avrebbe sterminato tutti gli Achei.

5) Sottolinea nel testo tutti gli epiteti formulari riferiti ad Achille e d Agamennone.

R) Gli epiteti sono: Achille piede rapido e Atride sire di eroi.

6) Achille sa che la sua ira danneggerà non solo Agamennone, che ormai odia, ma tutti gli Achei: tu come giudichi la sua decisione di non combattere?

R) La giudico da un lato giusta perché Achille è stato deriso da Agamennone e da un lato sbagliata perché così danneggia il suo popolo.

7) Agamennone è il capo della spedizione, merita gli onori più grandi; Achille è il guerriero più forte, se gli Achei arriveranno a vincere la guerra contro Troia sarà grazie a lui. Chi ha ragione? A chi va il premio di guerra? Immagina di essere il giudice che dovrà decidere come risolvere la lite fra i due: considera le ragioni dei contendenti, poi emetti la tua sentenza motivandola con un breve testo.

R) Secondo me ha ragione Achille perché è lui che combatte in prima persona, mentre Agamennone dà solo gli ordini; per questo il premio dovrebbe essere dato ad Achille che ha fronteggiato i nemici, evitando un massacro per gli Achei.

Lo scontro tra Agamennone e Achilleultima modifica: 2013-02-01T19:40:27+00:00da francy191101